no pases desapercibido

Non passare inosservato!

no pases desapercibido

Come persone credo che una delle cose peggiori che può capitarci sia quella di passare totalmente inosservati. E credo anche che l’eccesso opposto sarebbe comunque terribile…quello a cui mi riferisco è la necessità di trovare un equilibrio.

Quando parlo di trovare un equilibrio intendo dire un equilibrio fra ciò che siamo, ciò che pensiamo e il progetto che stiamo portando avanti. Mi riferisco alla coerenza, alla necessità di esprimerci nel modo migliore possibile in maniera tale da lasciare una traccia in ogni persona che incontriamo nella nostra vita a livello professionale.

Spesso tendiamo a muoverci proprio all’interno di quello spazio che ci fa passare inosservati. Forse perché è più facile o più comodo. Forse è una questione di timidezza…Allo stesso modo ci sono quelle persone che fanno esattamente l’opposto e cercano di richiamare continuamente l’attenzione, al punto da sembrare una grossa insegna pubblicitaria che cammina.
Però per il momento questa seconda categoria di persone la lasceremo da parte.

Quando all’inizio di questo post ho detto che passare inosservati è una delle cose peggiori che ci possono accadere intendevo in qualsiasi ambito della nostra vita. Questo perché se passiamo inosservati vuol dire che non stiamo portando nulla alle persone che ci sono intorno.
Parliamo e interagiamo continuamente con altre persone.
Quel che è certo è che qualsiasi situazione nella quale c’è interazione con gli altri è un’opportunità per comunicare in maniera efficace, utile e per fare sì che in un modo o nell’altro quella persona si ricordi di noi.

Dico sempre che le opportunità non cadono dal cielo ma per vederle dobbiamo andarle a cercare, stare in allerta e anche pronti a coglierle…In ambito professionale non sappiamo esattamente dove si trovano le opportunità, per questo dobbiamo stare molto attenti.
Quello che sappiamo è dove si trova l’opportunità di rendere felice un’altra persona, una persona che ci sta vicino oppure quella persona con la quale stiamo interagendo.
Questo tipo di opportunità si trova proprio dietro l’angolo e dovremmo sempre approfittarne.

Con questo non intendo dire che bisogna forzare la situazione, al contrario, è una questione molto naturale. Si tratta di comunicare in maniera aperta, devi essere disposto a offrire quello che sei e quello in cui credi, sempre in modo costruttivo, pensando al tuo interlocutore. In definitiva agire senza nasconderti e in modo naturale.

Non passare inosservato, lascia una traccia!

Quando fai un passo ti invito a farlo con forza e a lasciare una traccia, una traccia che gli altri possano seguire.

È difficile definire una linea guida. Siamo tutti diversi e lo sono anche le nostre circostanze. Però questi sono alcuni suggerimenti, secondo la mia esperienza, da tenere in conto per evitare di passare inosservato, per comunicare in modo utile e per far sì che si ricordino di te.

  1. È importante che tu sappia dove vai e qual è la tua meta.
  2. Goditi il cammino, non lasciarti prendere dalla fretta e non essere precipitoso.
  3. Insisto, goditi il cammino. Ognuna delle esperienze che hai la possibilità di vivere giorno per giorno, è unica. Non smetterò mai di sbalordirmi davanti a queste esperienze…e, sorprendentemente, le più semplici sono anche le migliori.
  4. Lascia la tua traccia. Per farlo non serve solo camminare con un ritmo chiaro e deciso ma è imprescindibile anche aprire il cuore e l’anima. Solo così anche gli altri apriranno automaticamente il loro cuore e la loro anima.
  5. Divertiti! Il viaggio non sarà privo di pericoli ma è anche pieno di cose belle.

Godi dell’esperienza di ogni giorno e delle persone che incroci lungo il cammino.
Sii felice e, se ne hai la possibilità, rendile felici.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.