Comparire fra i primi risultati di Google, vanità o necessità?

aparecer primero en google

Non si può certo negare che esiste una stretta relazione fra la posizione di una qualsiasi pagina web e il ranking che occupa all’interno del più grande motore di ricerca utilizzato dalle persone, Google.

Di fatto, le prime tre posizioni del tanto ricercato ranking, in generale, sono quelle che ottengono il maggior numero di click. Ma bisogna anche dire che il fatto di apparire fra i primi risultati non sempre è garanzia di un aumento delle vendite.

Su Google ci sono due modi per apparire fra i primi risultati: la prima è pagare Google per i suoi link patrocinati mentre la seconda non include pagare Google, ma non è del tutto gratis.

Mi permetto di sottolineare quest’aspetto perché mi è capitato di sentir dire a molti professionisti che la SEO (che è la seconda forma di comparire fra i primi risultati) è gratis, ma quest’affermazione è quanto di più lontano possa esserci dalla realtà.

I servizi di un SEO professionista hanno un prezzo e per questo la SEO non è gratis. Ma anche se conosci le tecniche SEO e sei in grado di applicarele al tuo progetto dovrai necessariamente investirci tempo e lavoro, e questo significa anche denaro.

Detto questo, aldilà dei miti che circolano sul web, quel che è certo è che apparire fra i primi posti del ranking di Google non è garanzia del successo di un sito web né di un progetto. Questa è la dura, ma forse neanche tanto, realtà.

Come dicevo all’inizio è dimostrato che migliore è la posizione nel motore di ricerca maggiore è il traffico organico del sito web. Ma si parla comunque di traffico e non di vendite… Servono poco o a niente migliaia di visite se nessuna di queste si traduce in una vendita. Quindi ossessionarsi per occupare i primi posti all’interno di un motore di ricerca non è una buona idea, vediamo i motivi prinicpali:

  • L’ossessione può portare a qualcosa di negativo e dannoso per le imprese, perché ottenere di piazzarsi fra primi posti può richiedere un grande investimento, non solo in denaro ma anche in termini di tempo.
  • Il tempo investito nella vanità di voler apparire primi è tempo perso che poteva essere convertito in tempo produttivo se investito allo scopo di elaborare altre strategie e/o azioni più proficue ed efficaci, come per esempio, offrire agli utenti pagine e contenuti di qualità, opzioni queste che si convertono in un vero e proprio strumento per generare opportunità reali di business.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.