8 modi per sfruttare la funzione preferiti su Twitter

Función favoritos de TwitterSu Facebook abbiamo il famoso “mi piace”, su Google+ una funzione simile ce l’ha il “+1” e su Twitter possiamo dire che l’equivalente è la funzione che ci permette di indicare un post come “preferito”. Quando un utente condivide un tweet che li piace, quasi per inerzia e in modo automatico, fa click anche sul tasto “preferito”, un’interazione immediata che riceve l’autore del tweet e che è visibile sul tweet stesso. Tenendo in conto questo, possiamo dire che questa funzione della rete sociale del passerotto azzurro serve per mostrare che a un utente è piaciuto il tweet.
Tuttavia, può servirci anche a qualcos’altro? Certamente! La risposta è un chiaro SI. Nonostante non sia un’abitudine comune, specialmente fra imprese e attività, sfruttare al massimo questa funzione, ho voluto fare una lista delle possibilità e degli usi che possiamo fare del tasto “preferiti” di Twitter.

  1. Come ho detto all’inizio è un modo per mostrare all’utente che ti è piaciuto il suo tweet.
  2. Per raccogliere temi che ti sembrano interessanti. In base a questi potrai elaborare in un secondo momento i contenuti del tuo blog, per esempio. Creando una lista dei tweets interessanti potrai consultarli in qualsiasi momento, mentre se non lo fai cadranno nel dimenticatoio e tu perderai una fonte di informazione preziosa per un’infinità di cose: trovare l’ispirazione, mantenerti informato, etc.
  3. Twitter è una rete sociale immediata…quel che è certo è che molte volte leggiamo dei tweets dai titoli molto interessanti e che ci piacerebbe rivedere e leggere con calma, in un secondo momento. Anche in questo può aiutarci la funzione “preferiti”. Al momento di segnare un post come preferito infatti possiamo leggerlo in qualsiasi momento e tutte le volte che vogliamo.
  4. Inoltre se credi che questi tweets che ti sono sembrati interessanti potranno servirti anche in futuro puoi lasciarli in archivio per averli sempre a portata di mano e consultarli in qualsiasi momento.
  5. Nel caso delle imprese un’azione che funziona molto bene è condividere le liste dei migliori tweets o contenuti pubblicati dai clienti. Questo invoglia i clienti a continuare a pubblicare. Quest’azione può essere messa in pratica anche dai professionisti, con i migliori temi relazionati alla loro attività per esempio.
  6. L’attenzione al cliente attraverso i social networks è un’aspetto sempre più rilevante all’interno di un’impresa. E sono in tante quelle che hanno scommesso su questo servizio offrendolo attraverso Twitter. In questo caso, la funzione “preferiti” potrà essere utilizzata per aumentare il proprio pubblico.
  7. Tornando di nuovo al caso delle imprese, la funzione “preferiti” è uno strumento perfetto per seguire le mosse della concorrenza. Alla fine e al principio, quando clicchi sul tasto preferito di un tweet lo fai a livello pubblico e questo offre alcune informazioni importanti sui tuoi gusti, interessi, etc.
    E se questo è necessario per vedere cosa fa la concorrenza, allo stesso modo serve per vedere le azioni dei propri clienti e degli influencers. Ti permette di conoscere i loro gusti, quello che interessa loro in ogni momento, etc.
  8. E’ possibile anche seguire le liste dei preferiti di altri utenti, clienti e anche della concorrenza. In questo modo si ottiene un accesso più rapido.
    Per fare questo basta entrare nei favoriti dell’utente in questione e copiare la url nel vostro lettore di feeds.

Se ancora non hai approfittato di tutte le possibilità che questa funzione ti permette, ti consiglio allora di iniziare con qualcuna delle azioni di questa lista, in particolare sul profilo aziendale. Sono molti i vantaggi che offre a livello di produttività, risultati e tempo…

Se non vuoi perderti nessuno dei miei articoli allora iscriviti alla mia newsletter.

newsletter erick

Una volta al mese (NON DI PIU’) invio a tutti i miei amici un riassunto degli articoli che ho pubblicato e di altri articoli interessanti che ho trovato sul web.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.