Punta in alto. L’ ambizione non è negativa!

ambicion

Nell’articolo precedente vi ho parlato di ambizione. O meglio vi invitavo a fissare degli obiettivi ambiziosi, toccando di sfuggita questo tema e promettendovi che ne avrei parlato con più calma. Ritengo la questione talmente importante che ho deciso di dedicare un intero articolo sull’argomento ambizione, perché è una questione che è strettamente connessa all’attività imprenditoriale e in generale con la realizzazione di qualsiasi sogno.

Tendiamo a pensare che vivere giorno per giorno senza guardare troppo oltre sia l’ideale. Chi lo sa cosa può succederci domani? Certo ha la sua logica ma personalmente non è un opinione che condivido, almeno non del tutto.

Vivere intensamente e godere di ogni giorno è fondamentale. Dobbiamo approfittare di tutto ciò che abbiamo, assaporarlo ogni giorno. Ma questo non deve impedirci di puntare alto

Viviamo in un mondo la cui cultura, sin da quando siamo molto piccoli, ci dice che l’ambizione è qualcosa di negativo; ci fanno credere che essere ambiziosi ci trasforma in persone superficiali, materialiste ed egoiste. Grande errore. Questo porta molti di noi a cadere nel triste errore di aspirare a poco ed essere conformisti a causa della paura e dell’insicurezza create da queste credenze che la società provvede a inculcarci sin da quando siamo bambini.

Ti invito a tirare un colpo sul tavolo e a ribellarti. Essere ambiziosi non è niente di negativo! Non dubitare più di te stesso e delle tue capacità e comincia a pensare in GRANDE.

Pensa al tuo progetto, visualizzalo senza limiti…smettila di boicottarti e al posto di tarparti le ali un’altra volta comincia invece a volare.

Quante volte hai avuto un’idea o un sogno che volevi realizzare e hai trovato mille scuse e impegni per sminuire questa idea? E’ successo a tutti. Si chiama paura. Certamente è molto più facile lasciarsi trasportare dalla corrente che risalirla…e scegliamo di farci trascinare dalla paura e dall’insicurezza.
Tuttavia ti invito a recuperare queste idee e progetti che non hai avuto il coraggio di avviare, sogni irrealizzati, guardati intorno…
Sono sicuro che molti lo hanno già fatto. E allora perché non puoi farlo anche tu?

Quello che voglio dire è che avere paura va bene, quello che non va bene è lasciare che questa paura ci paralizzi. Lasciarsi dominare dalla paura è un GRANDE errore.
E per non cadere in questo errore il segreto è tutto nel pensare in GRANDE.

Lascia che ti dica una cosa: non sei l’unico che ha o ha avuto paura. Tutti abbiamo avuto paura qualche volta. Però devi sapere anche che la paura è qualcosa che tutti siamo capaci di vincere. Per farlo devi fronteggiarla a muso duro e convincerti che puoi farlo, solo così vincerai la paura.

Voglio concludere questo post con una domanda. E anche con una risposta.
Non fraintendetemi, non è questione di maleducazione…ma è la risposta che io considero più adeguata a questa domanda.
Tutti dovremmo dare questa risposta con tanta determinazione:

Che cosa sarebbe la vita se non avessimo il coraggio di provare qualcosa di nuovo? —Vicent Van Gogh—

A mio parere una grande risposta a questa domando è ciò che disse un giorno Voltaire: Chi vive prudentemente, vive tristemente.

E tu? cosa ne pensi dell’ambizione?

Se vuoi diventare imprenditore: pianifica e poniti obiettivi ambiziosi

planifica

Lanciarsi in un’avventura imprenditoriale non è complicato, almeno all’inizio.
Di fatto iniziare il cammino è la parte più facile e inoltre ci dà anche una scossa di adrenalina. Il difficile arriva man mano che continuiamo…

La perseveranza è gran parte di ciò che differenzia gli imprenditori di successo da quelli che abbandonano lungo il cammino. 

Se hai deciso di avviare un’attività imprenditoriale ti faccio i miei complimenti e mi prendo la libertà di darti un consiglio: non avere fretta.
Più avanti, lungo il percorso, ci saranno poi i momenti in cui accelerare.

Forse le tue circostanze non sono del tutto favorevoli…però se sei determinato e credi nel tuo progetto non desistere e non cedere davanti alle prime pressioni, almeno non per quanto riguarda la pianificazione del progetto.

Cosa, come e quando

Focalizzati su quello che vuoi fare. E una volta che lo avrai ben chiaro, definisci molto bene quello che andrai a fare; sicuramente questo percorso ti porterà a fare i conti con possibilità che neanche avevi immaginato, ma è comunque necessario definire bene quello che andrai a fare per non rischiare di perderti. E finalmente, quando avrai chiaro quello che farai, è molto importante che tu definisca come e quando lo andrai a fare.
Metti sul tavolo tutte le tue risorse e gli strumenti e in base a questo disegna il tuo progetto. Quasi certamente incontrerai difficoltà o mancanze; o per lo meno aspetti che richiedono di essere migliorati; Non ignorarli! Al contrario, tienili ben presenti perché sicuramente ti creeranno delle difficoltà a un certo punto del percorso.

Avere sempre ben chiare le tue mancanze e lavorare duro per migliorarle è ciò che farà di te un buon imprenditore.

Il cammino non sarà sempre facile, così ti anticipo che dovrai poter contare su molta costanza e rigore, sono queste infatti le chiavi per costruire il tuo progetto su una base solida.

Poniti obiettivi che siano ambiziosi

Non esistono piccoli sogni. Poniti obiettivi che siano ambiziosi e poi provvedi a fissarti obiettivi a breve, medio e lungo termine.

Ti suggerisco di chiederti ogni giorno: dove sono oggi? dove voglio essere fra 6 mesi? e dove voglio arrivare in 2 anni?
Cerca di non andare mai a dormire la sera senza aver fatto almeno un passo che ti avvicini a questi luoghi dove vuoi arrivare.

E’ necessario essere realisti ma questo non deve impedirti di lasciar volare la tua immaginazione, né di tagliare le ali alla tua ambizione…
E, soprattutto, non lasciare che le tue idee si perdano. Per evitarlo la cosa migliore è un foglio di carta dove potrai appuntarle una dietro l’altra.

Con tutte queste idee che avrai scritto su un foglio di carta o su un blocchetto di appunti, dovrai fare in modo che possano uscir fuori, dovrai trasformarle nei TUOI OBIETTIVI.
E come dicevo prima, non aver paura di fissarti obiettivi ambiziosi, non lasciarti sopraffare da quanto sia complicato conseguirli e, soprattutto, tieni presente che essere ambiziosi, a differenza di quello che ci hanno fatto credere, non è nulla di male (e di questo mi piacerebbe parlarne più approfonditamente in un altro post).
Ordina le tue idee in funzione delle tue priorità e fai in modo che diventino realtà. Senza paura, con determinazione e fiducia in una buona pianificazione.